UTI : i Sindaci d’accordo per mantenere i servizi in comune

In vista della controriforma dell’architettura istituzionale degli enti locali, nell’ultima Assemblea i Sindaci hanno manifestato la volontà di restare insieme. L’Uti delle Valli e delle Dolomiti friulane è stata quella che si è meglio amalgamata e che ha acquisito il maggior numero di funzioni: sistema bibliotecario, Suap, cultura e turismo, polizia locale, personale, servizi informatici, lavori pubblici, tributi e ragioneria. «Valuteremo se tenere tutto in comune – dice Andrea Carli, sindaco di Maniago – o se gestire alcune competenze in convenzione. Dipenderà da che cosa deciderà la Regione, anche se par di capire che più che avocare a se alcune materie è intenzionata a cederne agli enti locali». Non hanno rinnovato il contratto al direttore generale proprio per l’incertezza temporale dell’ente. Si vedrà. Forse a breve. —

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su UTI : i Sindaci d’accordo per mantenere i servizi in comune

ASSEMBLEA ORDINARIA SOCI CAI SEZ.CIMOLAIS

Convocazione Assemblea ordinaria CAI. Tutte le notizie sulla pagina dedicata del SITO cimolais/cai

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su ASSEMBLEA ORDINARIA SOCI CAI SEZ.CIMOLAIS

Richiesta rimborso ENEL per interruzione energia ottobre 2018

Avviso del Comune di Cimolais per i titolari di contratti di energia elettrica per la richiesta di rimborso per l’interruzione dell’ottobre scorso. Il fax simile della richiesta può essere ritirato in Comune o scaricato da questo sito . Va inviato via fax al n. 800900150 oppure via mail a allegati@servizioelettriconazionale.it entro il 30 aprile 2019

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Richiesta rimborso ENEL per interruzione energia ottobre 2018

In scadenza l’Ufficio di Presidenza dell’UTI delle Valli e delle Dolomiti Friulane

In scadenza il mandato del Presidente dell’Uti, Carli, Sindaco di Maniago, e dell’ufficio di presidenza, composto dai sindaci Lavinia Corona (Vajont), Igor Alzetta (Montereale), Sandro Rovedo (Frisanco), Diego Franz (Travesio) e Flavio Del Missier (Clauzetto). Da statuto, i tre anni di mandato stanno volgendo al termine. Da capire cosa si deciderà di fare. Nell’ultima assemblea dei sindaci, è emersa la volontà di continuare a “stare assieme”. «La voglia c’è – è stato il commento di svariati sindaci –, dipende se ci consentiranno di farlo. Siamo stati messi in una brutta situazione: si smantella senza dare un indirizzo su come organizzarsi». Dal canto suo, Carli ha messo in luce che «da sindaco ho aderito con entusiasmo all’Uti. Per le politiche di sviluppo, nemmeno Maniago può considerarsi Comune autosufficiente. Per la montagna, l’unione è indispensabile, e altrettanto lo è un chiaro progetto di sviluppo, la cui realizzazione può richiedere anni». (f mv)

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su In scadenza l’Ufficio di Presidenza dell’UTI delle Valli e delle Dolomiti Friulane

Da Roma e Trieste in arrivo i soldi per le opere

Sono 377 i milioni di euro stanziati in queste ore dal governo nazionale per riparare ai danni della tempesta di Ognissanti in Friuli Venezia Giulia. A questi fondi, disponibili fino al 2021, si aggiungono altri milioni di euro, già individuati tra le pieghe del bilancio regionale. Si calcola che di queste risorse almeno un terzo sarà destinato al Pordenonese, una delle aree del Nord Italia più colpite dall’eccezionale ondata di maltempo del 30 ottobre. In quell’occasione, dalla Valcellina alla Val Tramontina, furono migliaia le persone coinvolte tra danneggiati e soccorritori. Tra i soli Comuni di Claut, Cimolais e Erto e Casso si contano più di 20 milioni di euro di perdite. Il calcolo è al ribasso perché non considera i mancati introiti dei prossimi dieci anni di sfruttamento dei boschi, abbattuti in massa dalla furia del vento di scirocco che si è scatenata sulla montagna pordenonese. (f. mv)

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Da Roma e Trieste in arrivo i soldi per le opere

Shiaiamento del Cellina :siglato l’accordo

A fine mese di marzo partiranno i primi sghiaiamenti d’urgenza all’imbocco del lago di Barcis e lungo il Cellina.Nei successivi tre anni si concluderà la fase dell’emergenza e si potrà dare il via alle bonifiche strutturali. In estate infine ci sarà la posa del nuovo ponte su cui passeranno i tir pieni di sassi diretti in pianura.  È questo il cronoprogramma degli interventi deciso in una riunione tecnica in municipio a Barcis. La conferenza dei servizi è stata convocata dalla Regione e ha visto seduti attorno allo stesso tavolo i Comuni della zona, la protezione civile, la guardia forestale, l’agenzia Fvg Strade, il consorzio di bonifica Cellina Meduna, Edison e Legambiente. Lo studio di ingegneria Aprilis si occuperà del progetto individuando potenziali rischi proprio in queste due aree, tra l’altro situate accanto alla carreggiata della 251 ma anche ad aziende produttive e persino a private abitazioni. Per sghiaiare questi due punti del territorio comunale sono già disponibili 280 mila euro.  L’amministrazione comunale di Montereale Valcellina ha già consentito il transito di un numero contingentato di mezzi pesanti . Duecentomila metri cubi di materiale cavati dal Pentina saranno riportati a Cimolais per consolidare alcune scarpate collassate a causa della perturbazione di cinque mesi fa. 

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Shiaiamento del Cellina :siglato l’accordo

Una regìa unica per la gestione dei problemi della montagna

«La gestione della montagna non funziona e quanto sta succedendo in Valcellina ne è un esempio. – ha detto ai Sindaci Ferruccio Saro nell’incontro a Cimolais – “È innegabile come la Regione debba attivarsi con più forza per impedire la morte della fascia alpina». 
La ricetta avanzata a Cimolais prevede più soldi e meno fiscalità ma anche lo stop a finanziamenti a pioggia e maggiori investimenti da parte delle imprese ecosostenibili. L’intervento di Saro è risultato molto applaudito dagli amministratori locali ma anche dagli esponenti del partito presenti all’incontro. Tra loro c’era anche il primo cittadino di Cavasso Nuovo e cofondatore del movimento Emanuele Zanon, che ha colto la palla al balzo per un affondo alle Uti. «Il fatto che molti Comuni della Valcellina stiano manifestando dissenso contro l’Unione delle Dolomiti friulane dimostra come avessimo ragione anni fa a non aderirvi», ha affermato Zanon invocando un rapido dietrofront rispetto alla formula voluta nel 2013 dalla giunta allora guidata da Debora Serracchiani. – F.MV

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Una regìa unica per la gestione dei problemi della montagna

Previsiti nuovi investimenti nella zona industriale

Durante la visita dell’Assessore Bini è stato anche annunciato un piano di investimenti riguardante la zona artigianale di Pinedo, tra Claut e Cimolais. Il Nip ha intenzione di aprire uno show room con un punto vendita di prodotti locali della montagna pordenonese. Il gazebo sarà realizzato nelle adiacenze dello stabilimento dell’acqua minerale Dolomia.  È previsto anche il raddoppio della captazione dalla sorgente della Val Cimoliana. Di questo intervento beneficeranno gli abitanti e gli esercenti della zona: una parte del territorio è servita da una conduttura di collegamento con la fonte da cui si approvvigiona Dolomia.

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Previsiti nuovi investimenti nella zona industriale

RACCOLTA FONDI

A TUTTI I NOSTRI LETTORI:   il sito ha continuo bisogno di aggiornamento e manutenzione. Per far questo ci dobbiamo rivolgere ad informatici specializzati. Come per l’anno scorso  VI CHIEDIAMO, nel limite delle Vs. disponibilità un piccolo contributo per mantenere attivo questo portale, anche mediante acquisto di spazi pubblicitari.  Le modalità per il versamento le trovate su INFO 
IL VS. CONTRIBUTO E’ IMPORTANTE PER POTER MANTENERE IL SITO. GRAZIE.  
Pubblicato in Categoria generale | Lascia un commento

UTI, Polizia locale, la velocità vince il record di infrazioni

Resi pubblici i dati delle infrazioni della POlizia Locale, in capo all UTI delle Valli e delle Dolomiti Friulane. Eccesso di velocità: 1. 814 multe in un anno. Sul territorio maniaghese, la media è di cinque sanzioni al giorno. Numeri non da poco. Tra i sistemi utilizzati per rilevare e sanzionare quanti premono troppo sull’acceleratore, figurano i Velo ok, ovvero le colonnine arancioni all’interno delle quali gli agenti installano apparecchiature pronte a immortalare gli automobilisti che superano i 50 chilometri orari.
I dati interessanti non riguardano solamente le multe per chi non rispetta i limiti di velocità: anche se quest’ultima è l’infrazione maggiormente commessa, per parcheggi scorretti, per esempio in aree in cui vigono il divieto di sosta e quello di fermata, sono state comminate 473 multe. Sono 407, invece, le sanzioni elevate complessivamente per sosta su stalli destinati alle persone diversamente abili, uso di cellulare mentre si è alla guida, mancato utilizzo delle cinture di sicurezza, assenza di revisione o assicurazione.  (f MV)

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su UTI, Polizia locale, la velocità vince il record di infrazioni

Uti, direttore a fine mandato Via Gallo, subentra Mascellino

L’incarico di direttore dell’Uti delle Valli e Dolomiti friulane al Dott. Gallo scadrà il 20 aprile . Il ruolo, per il momento, sarà ricoperto da Patrizia Mascellino, attuale segretario dell’Uti. La questione è stata affrontata nell’ultima assemblea dei sindaci dei 20 Comuni che fanno parte dell’ente. «Il direttore generale Gallo cesserà l’incarico ad aprile, ed è quindi necessario dare velocemente indicazioni ufficiali per garantire continuità», ha detto il presidente Andrea Carli in apertura dell’incontro. L’assemblea ha quindi dato indirizzo a Carli, in vista dell’imminente conclusione del contratto, di «provvedere alla nomina del segretario dell’Uti come direttore generale, in base anche a quanto disciplinato dalla legge regionale” (Fmv)

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Uti, direttore a fine mandato Via Gallo, subentra Mascellino

Ricostituzione della Forestale, Corona adesso sbarca a Roma

 Mauro Corona è stato citato in Parlamento durante la presentazione di un disegno di legge dei deputati di “Sogno Italia–Gruppo misto”. La proposta mira ad abrogare la legge Madia che ha accorpato la Forestale nell’Arma dei carabinieri. Da mesi Corona lancia appelli sui social e in televisione per giungere alla completa cancellazione di questa riforma. Di qui l’invito rivolto all’artista a scendere a Roma per sostenere il disegno di legge che come prima firmataria vede la deputata padovana Silvia Benedetti.

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Ricostituzione della Forestale, Corona adesso sbarca a Roma