Il CAI di Cimolais ringrazia l’Associazione Taca il motorin di Cavolano di Sacile

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Il CAI di Cimolais ringrazia l’Associazione Taca il motorin di Cavolano di Sacile

Ulteriori investimenti per la Società produttrice dell’acqua Dolomia

Sull’impianto di Cimolais, sono puntati i riflettori dopo la decisione di investire altri 6 milioni di euro per il potenziamento delle linee di produzione. I lavori di ampliamento sono iniziati da qualche settimana e i collaudi dei macchinari integrativi si concluderanno entro aprile. Da quel momento, prenderà avvio un’ulteriore fase di ustrati da Zaina domattina durante un incontro a Pordenone. L’indomani ci sarà appunto la festa in azienda con Grava e le rappresentanze dei Comuni della Valcellina. Per il momento, non è stato reso noto l’importo delle sovvenzioni annuali che saranno devolute al Parco, ma il presidente ha ricordato come «il logo della nostra aquila entri in milioni di case e ristoranti di ogni continente, trattandosi di uno straordinario veicolo di promozione». «Ci sentiamo parte di una squadra, anzi di una grande famiglia – ha detto l’ad del brand –. Dolomia è l’unica acqua al mondo che viene lavorata all’interno di un sito dichiarato dall’Unesco “patrimonio dell’umanità”. Abbiamo creduto nelle potenzialità di questa montagna e la sfida non sempre si è rivelata facile. Ma l’affetto e il sostegno che ci manifesta la popolazione vanno ricambiati. Il traguardo dei 100 milioni di bottiglie raggiunto nel 2019 è anche merito suo». — 8F mv)

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Ulteriori investimenti per la Società produttrice dell’acqua Dolomia

Il Nip sforna i panettoni Diventano “solidali”, il ricavato in beneficenza

Ottocento panettoni acquistati da una ventina di imprese del Maniaghese a scopo benefico: anche quest’anno il consorzio Nip della città del coltello si è fatto promotore di un’iniziativa che punta alla solidarietà. L’idea è semplice, come ha spiegato l’ente presieduto da Stefano Dametto: proporre alle aziende la possibilità di acquistare e donare panettoni “solidali”, in modo tale che parte del ricavato possa andare a beneficio di un’associazione locale di volontari. Così, dopo il successo delle raccolte destinate all’Ail nel 2015, all’Admo nel 2016, a Fondazione Bambini e autismo nel 2017 e alla cooperativa San Mauro di Maniago per il 2018, quest’anno è stata coinvolta La Biblioteca di Sara, associazione dedicata a Sara Moranduzzo, giornalista maniaghese appassionata di libri, cinema e arte, che è venuta a mancare nel 2012. I suoi volumi, assieme ad altri ricevuti in dono, hanno dato vita a un servizio di prestito libri in corsia nell’ospedale di Pordenone. Inoltre, i volontari della Biblioteca di Sara portano avanti iniziative legate alla lettura ad alta voce come momento di distrazione e sollievo nelle stanze di degenza e nelle case di riposo. Non sorprende quindi che la risposta delle aziende del Maniaghese sia stata calorosa, con ottocento panettoni già ordinati a diversi giorni dal termine dell’iniziativa, per il cui successo è stata fondamentale la collaborazione del panificio Bortolin di Porcia, che si è occupato di produrre, impacchettare e consegnare i dolci natalizi. (f MV)

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Il Nip sforna i panettoni Diventano “solidali”, il ricavato in beneficenza

Il Villaggio di Babbo Natale

Tutte le foto del villaggio di Babbo Natale sulla pagina del CAI di Cimolais al link https://cimolais.it/cai-cimolais/ E’ possibile ancora acquistare le tazze dell’evento mandando un messaggio al cell 3314402117

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Il Villaggio di Babbo Natale

Salita al Campanile di Val Montanaja

Salita al Campanile di Val Montanaja 2017

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Salita al Campanile di Val Montanaja

BUON e felice 2020

Un saluto al vecchio anno che se ne va con una galleria di immagini di Cimolais e un augurio per il 2020 che sia per tutti felice e sereno

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su BUON e felice 2020

Immensi spazi vuoti Le cicatrici “nascoste” nei tunnel per l’acqua

Di fronte all’ira della natura che si scatenò 56 anni fa, la diga del Vajont mostra poche cicatrici a prima vista. La più appariscente è la scomparsa dell’ardita cabina di comando, che si trovava sull’attuale “spianata” in alto, sul lato sinistro del corpo diga (come raccontano le vecchie foto). L’acqua si portò via, poi, le passerelle che si trovavano sopra gli sfioratori, la vecchia strada e il vecchio ponte da cui idealmente è iniziato il nostro tour. Gli ingegneri di allora pensavano che la diga cedesse dalle “spalle” e i segni dei rinforzi che fin da subito furono sistemati sono ben visibili da questa prospettiva. La cicatrice interna, invece, si può vedere solo addentrandosi lungo i tunnel che percorreva l’acqua, andando a vedere le paratoie – altro esempio di ingegno e tecnica che ha resistito al tempo e all’evento – e raggiungendo l’ex centrale Colomber a 588 metri sul livello del m (F: MV)

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Immensi spazi vuoti Le cicatrici “nascoste” nei tunnel per l’acqua

S.R. 251 “della Val di Zoldo e Val Cellina” dal km 82+400 al km 92+000 nei comuni di Claut (PN), Cimolais (PN) ed Erto e Casso (PN). Lavori di posa di una nuova linea di telecomunicazione s

Lavori di posa di una nuova linea di telecomunicazione su infrastruttura esistente e posa in opera di pozzetti di tratta – Istituzione temporanea di cantiere stradale, di senso unico alternato della circolazione, regolato da movieri/impianto semaforico con lavorazioni dalle ore 7.00 alle ore 18.30, escluse le giornate di domenica, e festività infrasettimanali, dal giorno della presente e fino al giorno 31.12.2019. Tutte le info su Albo Comune di Cimolais

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su S.R. 251 “della Val di Zoldo e Val Cellina” dal km 82+400 al km 92+000 nei comuni di Claut (PN), Cimolais (PN) ed Erto e Casso (PN). Lavori di posa di una nuova linea di telecomunicazione s

Vince il concorso ma rinuncia all’incarico «Montagna “difficile”»

«Venite da noi, non rinunciate ad un posto di lavoro per paura che la nostra sia una vallata inabitabile»: il sindaco di Erto e Casso, Fernando Carrara, ricorre anche al passaparola per evitare quella che ormai sta diventando una consuetudine. Per l’ennesima volta il vincitore di un concorso da dipendente comunale non ha accettato l’incarico, lasciando scoperta la pianta organica. Il motivo? Il timore di disagi legati al risiedere in un’area montana.
L’ultimo problema si è verificato nel momento in cui all’Unione territoriale di Maniago sono stati resi noti i nomi dei nuovi economi di Barcis, Andreis e, appunto, Erto e Casso. I primi due giovani hanno firmato seduta stante il contratto, il terzo no. «La nostra è una zona perfettamente agibile e vicina all’imbocco autostradale di Cadola» afferma il primo cittadino ertano. E riferendosi a potenziali nuovi “concorrenti” a posti comunali ricorda: «Non fatevi distrarre da voci su disservizi, elevati costi degli affitti e strade impraticabili». Avanti di questo passo, osserva Carrara, la situazione a livello municipale diverrà insostenibile: «Siamo carenti di personale e le continue rinunce non aiutano di certo».

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Vince il concorso ma rinuncia all’incarico «Montagna “difficile”»

Rivolta dei sindaci: «La Regione chiede il parere su un ente ancora misterioso»

Chiederci un parere su un futuro ente montano del quale non sappiamo nulla suona quasi una presa in giro. Soprattutto dopo che non rispondete ai nostri solleciti scritti. In ogni caso o la fascia alpina verrà unificata in unico comprensorio con la Pedemontana o la Valcellina chiederà di aggregarsi al territorio di Aviano-Sacile». È questo il messaggio che è stato inoltrato alla Regione e all’Unione dei Comuni montani dai sindaci di Barcis, Cimolais, Barcis, Claut e Erto e Casso (rispettivamente Claudio Traina, Davide Protti, Franco Bosio e Antonio Carrara) e dal presidente del Parco naturale delle Dolomiti friulane, Gianandrea Grava. (f MVLa dura reazione dei primi cittadini è legata a una recente richiesta arrivata da Trieste: la Regione sta ipotizzando la nascita di un nuovo ente che si occupi delle aree periferiche e vorrebbe conoscere l’opinione di ciascun municipio. «Che senso ha un consulto su qualcosa di ignoto? – hanno messo nero su bianco i cinque amministratori –. Tra l’altro ci sembra uno spreco di denaro e di tempo discutere dell’eventuale zona di competenza prima di aver spiegato quali saranno le funzioni di questo nuovo organo. È come acquistare qualcosa a scatola chiusa. L’esperienza dell’Uti è stata fallimentare e ha dimostrato che riforme troppo ambiziose provocano solo la mortificazione dei paesi più svantaggiati». (f MV)

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Rivolta dei sindaci: «La Regione chiede il parere su un ente ancora misterioso»

Auguri di un Felice Natale in Pace e Serenità

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su

BANDO PER LA CONCESSIONE DI AIUTI A FAVORE DELLE IMPRESE COMMERCIALI FINALIZZATI ALLA RIDUZIONE DEI MAGGIORI COSTI DOVUTI ALLO SVANTAGGIO LOCALIZZATIVO

L’Amministrazione Comunale stanzia l’importo complessivo di euro 20.000,00 (ventimila/00) per l’assegnazione di contributi alle micro imprese del settore commerciale ubicate nel Comune di Cimolais con esclusione di: a) commercianti all’ingrosso; b) Rappresentanti di commercio; c) Ambulanti; d) Farmacie L’ammontare del contributo non potrà essere superiore all’importo di euro 2.000,00 aumentabile fino ad euro 4.000,00 per i soggetti proprietari di immobili di categoria catastale D). Per l’anno 2019 la domanda deve essere presentata entro il termine perentorio del 28 dicembre 2019, a pena di inammissibilità. tutte le info su ALBO COMUNE CIMOLAIS

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su BANDO PER LA CONCESSIONE DI AIUTI A FAVORE DELLE IMPRESE COMMERCIALI FINALIZZATI ALLA RIDUZIONE DEI MAGGIORI COSTI DOVUTI ALLO SVANTAGGIO LOCALIZZATIVO