Imminenti gli interventi alle condutture del gas e di sicurezza idraulica

Partiranno a breve due importanti lavori di messa in sicurezza del territorio di Cimolais dopo la tempesta di Ognissanti. Lungo il greto del torrente Cimoliana sarà infatti costruita una nuova briglia per il contenimento del materiale ghiaioso. La struttura sarà realizzata dalla protezione civile regionale a qualche metro di distanza di quella attuale: il manufatto esistente è ormai sifonato, cioè rischia di crollare a causa delle infiltrazioni d’acqua che passano al di sotto delle fondamenta. Il pericolo è imminente e di un certo rilievo visto che un improvviso crollo spingerebbe automaticamente a valle migliaia di metri cubi di sassi. Nelle vicinanze dello sbarramento sorgono anche i piloni del viadotto dell’ex statale 251 e una tale situazione non sarebbe certamente positiva per la stabilità del ponte. La Regione ha già appaltato il cantiere e ha comunicato al sindaco Davide Protti l’imminente partenza delle opere. Il primo cittadino ha ringraziato il vicegovernatore Riccardo Riccardi, che ha seguito l’iter. A questo punto è scattato il via anche per la seconda pratica legata all’ondata di maltempo del 2018. In quell’occasione il Cimoliana fece emergere la conduttura che distribuisce il gas. La tubazione venne spezzata in due dalla furia della corrente, creando disagi alla popolazione che continuano ancora oggi. Così l’Eni ha deciso di approfittare dell’area di scavo che verrà individuata nel letto del fiume per la realizzazione della briglia idraulica. Sarà posata una nuova linea di distribuzione del propano, secondo criteri di maggiore sicurezza. Anche la profondità dalla superficie sarà notevolmente maggiore rispetto al passato. — (f:MV)

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Imminenti gli interventi alle condutture del gas e di sicurezza idraulica

Serata informativa per le guide del Vajont ma il Parco non lo sa

Riunione per parlare del Vajont, ma nessuno aveva informato il Parco, che avrebbe dovuto ospitare la serata. Tanto che la serata è stata annullata e rinviata ad altra data, tra il disappunto di chi era giunto in valle anche da fuori provincia. E’ successo nei giorni scorsi ad alcune persone salite a Cimolais per partecipare a un incontro promosso dalla fondazione Vajont per illustrare i corsi degli informatori della memoria. Per accompagnare i turisti sulla diga di Erto e Casso e nei luoghi toccati dalla tragedia del 9 ottobre 1963, infatti, è necessario aver seguito lezioni curate proprio dalla fondazione con sede a Longarone. «Peccato che, una volta arrivati, una dipendente del Parco abbia appurato che non era stata prenotata alcuna sala – ha raccontato il consigliere comunale di Erto e Casso, David Pezzin –. Eppure, da giorni circolavano avvisi e locandine. L’iniziativa è stata rimandata alla prossima settimana. L’accaduto dimostra la disorganizzazione dell’ente che dovrebbe gestire la tematica del 9 ottobre 1963, non nuovo a episodi del genere». (f MV)

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Serata informativa per le guide del Vajont ma il Parco non lo sa

Provocazione all’Eni: «Abbuoni i consumi» Silenzio dall’azienda

In effetti ci aspettavamo una risposta o quanto meno una telefonata di rassicurazione. Così non è. Vuol dire che proseguiremo sulla nostra strada, insistendo perché il gas immesso in rete nel corso del 2018 sia considerato gratuito». Il sindaco di Cimolais, Davide Protti, torna alla carica dopo la mail inoltrata la scorsa settimana all’Eni. L’ex ente nazionale per l’energia è indietro con quasi dodici mesi di bollette. Protti ha quindi considerato abbuonati i consumi del periodo. In realtà nemmeno quella che pareva una forte provocazione ha smosso i vertici del colosso di San Donato Milanese. La conferma giunge anche dal primo cittadino di Barcis, Claudio Traina, il primo a denunciare i ritardi nelle fatturazioni. Era maggio quando Traina fece notare come nelle case e nelle aziende del paese non fossero ancora pervenute le richieste di pagamento relative all’anno precedente e a quello in corso. Dopo un’interrogazione parlamentare del senatore Luca Ciriani, l’Eni si scusò e garantì un’accelerazione nell’iter. (f MV)

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Provocazione all’Eni: «Abbuoni i consumi» Silenzio dall’azienda

Tempesta VAIA ancora visibili i danni in Pian de Thaina

Ancora visibili i danni provocati lo scorso ottobre 2018 dalla Tempesta Vaia. Numerosi ancora gli alberi abbattuti e non ancora recuperati come quelli del Pian de Thaina

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Tempesta VAIA ancora visibili i danni in Pian de Thaina

Uti, Carli rieletto presidente senza i voti della Valcellina

Andrea Carli, sindaco di Maniago, resta alla guida dell’Uti delle Valli e Dolomiti friulane. È stato rieletto presidente con l’appoggio della maggioranza dei sindaci dei venti Comuni che fanno parte dell’Unione. La Valcellina, però, si è sfilata. I sindaci di Erto e Casso, Cimolais, Barcis e Claut, il commissario di Andreis e il primo cittadino di Vivaro non hanno partecipato al voto. Che ci fosse maretta tra i rappresentanti di una parte della montagna del Maniaghese e il presidente Carli è noto: la situazione non ha dunque rappresentato una sorpresa. «Non mi sono candidato: il mese scorso, tredici sindaci dell’Uti hanno raccolto le firme per propormi di nuovo alla guida dell’ente – ha precisato Carli –. Prendo atto dell’assenza degli amministratori della Valcellina e non voglio entrare nel merito di sterili polemiche. Ci tengo, invece, a mettere in evidenza che non esiste Andrea Carli, ma un gruppo di sindaci che lavorano per lo sviluppo e il futuro del territorio. La sinergia è fondamentale, per portare avanti gli importanti progetti dell’Unione». Quanto alla durata del mandato, Carli ha fatto sapere che da statuto proseguirà per un triennio: un’eventuale interruzione prima della naturale scadenza dipenderà dalle sorti delle Uti decise dalla Regione. Il sindaco di Vivaro, Mauro Candido, ha augurato buon lavoro a Carli, «al quale spetta il compito di gestire con equilibrio questa fase delicata dell’Unione. Sono da sempre convinto della necessità di un ente montano che coinvolga anche lo Spilimberghese. Ora continua, forse più di prima, la collaborazione col Maniaghese. In linea, però, con quanto è stato deliberato dal consiglio comunale nel 2015, non abbiamo ritenuto opportuno partecipare all’assemblea». (f mv)

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Uti, Carli rieletto presidente senza i voti della Valcellina

Terremoto, scossa di magnitudo 3.5 in Slovenia: avvertita anche in Friuli Venezia Giulia

Una scossa di terremoto di magnitudo 3.5 si è registrata poco dopo la mezzanotte di oggi, mercoledì 2 ottobre, nel sud della Slovenia, a ridosso del confine con la Croazia. Come riferiscono i media a Belgrado, l’epicentro del sisma è stato localizzato presso Ilirska Bistrica, con la scossa che è stata avvertita anche intorno a Rijeka (Fiume), in Croazia.

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Terremoto, scossa di magnitudo 3.5 in Slovenia: avvertita anche in Friuli Venezia Giulia

Attivazione portale SNUA per raccolta rifiuti

Attraverso il portale utente puoi controllare le informazioni relative ai tuoi servizi attivi, i contenitori associati, i sacchetti per la raccolta degli imballaggi in plastica e lattine distribuiti, e tutte le informazioni sui tuoi svuotamenti. Prima di poter accedere al portale occorre effettuare la procedura di registrazione. Per registrarsi basta cliccare sul link https://www.portaleutente.it/snua/registra.php e inserire i dati che vengono richiesti:

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Attivazione portale SNUA per raccolta rifiuti

Boom di cassa integrazione nel Pordenonese: coinvolti quasi 2 mila lavoratori

Una crisi trasversale che colpisce diversi settori, ma si sta facendo sentire soprattutto nel metalmeccanico e nel legno, e ha come conseguenza l’impennata nella richiesta di cassa integrazione da parte delle aziende anche del Pordenonese. Gli esuberi non mancano e l’autunno preoccupa molto le organizzazioni sindacali di Cgil, Cisl e Uil: il campanello dall’allarme a inizio anno, quindi il rallentamento e il ricorso agli ammortizzatori già prima dell’estate. Il periodo post-ferie non pare essere all’insegna della ripresa. In provincia, nel settore metalmeccanico, sono interessati dalla cassa integrazione 1.644 lavoratori, cui si aggiungono i circa 300 che operano nel mondo del legno. Duemila addetti del Pordenonese, attivi in soli due ambiti, usufruiscono degli ammortizzatori, ma i posti di lavoro a rischio sono di più. Ad affrontare periodi difficili non solamente le piccole e medie realtà, ma anche i colossi: è il caso di Savio macchine tessili, costretta a fare i conti con una crisi internazionale che sta investendo pure i competitor. I 377 addetti torneranno al lavoro normalmente il 4 novembre, dopo tre settimane di cassa integrazione a settembre e altrettante a ottobre. L’azienda, comunque, sta investendo su ricerca e sviluppo ed è al lavoro sul fronte di nuovi prodotti. Cassa anche alla Zml di Maniago, colosso della metalmeccanica di proprietà del Gruppo Cividale, con oltre 500 dipendenti, che risente della congiuntura negativa: la situazione che preoccupa maggiormente è quella del reparto ghisa. Ammortizzatori pure per Nidec, Breda ed Eps, per fare alcuni esempi. (f mv)

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Boom di cassa integrazione nel Pordenonese: coinvolti quasi 2 mila lavoratori

Comunicazione lavori di adeguamento impianti di terra dei trasformatori su palo nel Comune di Cimolais.

E-distribuzione, Unità Operativa di Pordenone, via delle Caserme 33 (PN), comunica che intende eseguire interventi di adeguamento sui propri impianti di distribuzione dell’energia elettrica. L’attività coinvolge anche terreni privati, e prevede il rifacimento degli impianti di terra dei trasformatori per la distribuzione dell’energia elettrica. Si riportano di seguito le particelle catastali coinvolte dalle attività: – Prada: Foglio 33, particella 64 – Palin: Foglio 33, particella 555 – San FLoriano: Foglio 33, particella 95 Si comunica che l’avvio dei lavori è previsto per i mesi di Agosto-Settembre 2019 e che gli stessi saranno eseguiti dall’Impresa RIEL.

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Comunicazione lavori di adeguamento impianti di terra dei trasformatori su palo nel Comune di Cimolais.

Barcis e Claut si sfilano dall’Uti: «Ricevuti soltanto contentini»

Da molti viene considerato come il primo vero atto di addio all’Uti: i Comuni di Barcis e Claut hanno infatti deliberato di revocare alcune competenze che negli anni erano state delegate all’Unione delle Dolomiti friulane. Le giunte municipali guidate dai sindaci Claudio Traina e Franco Bosio hanno motivato questo passo indietro con «i troppi silenzi e ritardi registrati da parte della dirigenza dell’ente sovracomunale. Ad oggi non sappiamo per quali servizi paghiamo l’Uti che fa capo a Maniago – si legge nelle delibere –. Avevamo proposto delle quote differenziate in base alle attività effettivamente fruite da ciascuno. A febbraio questa idea è stata inserita in un documento formale al quale ne sarebbe dovuto seguire un altro per regolamentare il riparto pro quota delle spese. Siamo a settembre inoltrato e di tale provvedimento non c’è nemmeno l’ombra».

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Barcis e Claut si sfilano dall’Uti: «Ricevuti soltanto contentini»

Ultimati i lavori di Via e Vicolo D’Annunzio

Ultimati i lavori in Via e Vicolo d’Annunzio che erano iniziati questa primavera e ora , prima della manifestazione UNA MONTAGNA DI GUSTI sono stati ultimati

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Ultimati i lavori di Via e Vicolo D’Annunzio

Scontro frontale con un’auto, motociclista ferito

Uno scontro frontale tra un’automobilista e un motociclista si è verificato domenica, 22 settembre, poco dopo le 13, lungo la regionale 251 ad Arcola, nota località di Barcis. Una moto Ducati Monster, guidata da un centauro di Treviso, stava viaggiando in in direzione Longarone, quando, per motivi da accertare, ha perso il controllo e si scontrata con una Mini Cooper che proveniva in opposta direzione di marcia. Lo scontro è avvenuto su un tratto dove non c’erano curve Alla guida dell’auto c’era invece un cittadino americano di 24 anni. A bordo c’era anche una passeggera. La chiamata al 112 ha subito fatto scattare la macchina dei soccorsi. I vigili del fuoco hanno collaborato col personale sanitario per prestare le prime cure alle persone coinvolte e hanno messo in sicurezza o scenario. La coppia che viaggiava in automobile ha riportato solo qualche graffio e non ha richiesto l’intervento dei sanitari; il centauro è stato invece portato in elicottero all’ospedale di Pordenone dove è stato posto sotto osservazione, soprattutto per la dinamica dell’incidente. Al omento del ricovero non è stato giudicato in pericolo di vita.




Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Scontro frontale con un’auto, motociclista ferito