13′ edizione UNA MONTAGNA DI GUSTI – prenotazioni per bancarelle

Le bancarelle che intendono prenotarsi per la manifestazione organizzata dalla PRO LOCO di CIMOLAIS il 17.09.2017 – devono inviare il  modulo sottoindicato attendendosi alle istruzioni

modulo prenotazione spazi

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su 13′ edizione UNA MONTAGNA DI GUSTI – prenotazioni per bancarelle

Parco, 800 mila euro per potenziare i servizi

800 mila euro al Parco delle Dolomiti Friulane. A tanto ammontano i fondi straordinari che l’ente con sede a Cimolais si porta a casa grazie ad alcuni progetti di sviluppo del territorio. A beneficiare della pioggia di contributi saranno tutti i Comuni che fanno parte dell’organo di tutela ambientale, visto il corposo elenco di opere finanziate. Nello specifico, 300 mila euro saranno spesi per la sistemazione della strada che porta alla Forra del Cellina, snodo dell’escursionismo provinciale a picco sull’omonimo torrente tra Montereale, Andreis e Barcis. Altri 100 mila euro saranno investiti nelle voliere di Andreis, dove trovano rifugio decine di uccelli in difficoltà (anche qui, non mancano le visite, con i turisti affascinati dall’osservazione da vicino di rapaci e volatili rari). 117 mila euro consentiranno un ulteriore ampliamento delle attività di monitoraggio della fauna, con 60 mila sarà rifatto il tetto del centro visite di Forni di Sotto, mentre un ulteriore assegno da 28 mila euro sarà destinato a iniziative rivolte ai residenti che vivono nelle zone protette. Altri 10 mila euro sono stati concessi per un evento chiamato “Play Parco” e la Regione ha incrementato di 30 mila euro i fondi complessivi dell’ente, firmando una delibera di trasferimenti ordinari.

 

Infine, un progetto già attivo con la collaborazione del Triglav della Slovenia e le Alpi Giulie dell’Udinese: il “consorzio” dei tre Parchi verrà aiutato con più di un milione di euro. La quota di competenza di Cimolais è in questo caso pari a 214 mila euro. Una gran parte delle risorse in arrivo da Trieste trova in realtà origine a Bruxelles, dato che è l’Unione europea a sostenere dei piani di sviluppo rurale, sociale e ecologico. Nel frattempo, il neoeletto presidente Gianandrea Grava annuncia un importante accordo con il consorzio turistico di Pordenone che consentirà un forte richiamo in fatto di presenze annue.

«Dire che siamo contenti è riduttivo – ha commentato Grava –. È doveroso ringraziare la disponibilità dimostrata dall’assessore regionale Maria Grazia Santoro. Un plauso va pure alla fondazione Unesco rappresentata Continua a leggere

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Parco, 800 mila euro per potenziare i servizi

Molto riuscita la visita ai Musei dell’Alto Adige dell’Associazione INTORN AL LARIN

Tutti i partecipanti sono stati molto entusiasti della visita organizzata dall’Associazione INTORN AL LARIN. Foto di gruppo a Misurina, poi visita all’antico Mugolio di Issago e orto botanico per seguire al museo degli usi e costumi dell’Alto Adige e al museo di Tunes

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Molto riuscita la visita ai Musei dell’Alto Adige dell’Associazione INTORN AL LARIN

Lavori socialmente utili, 53 posti in 22 Comuni dell’UTI delle Valli e Dolomiti Friulane

Cinquantatre posti di lavoro a termine nei 22 Comuni dell’Uti delle Valli e Dolomiti friulane, presieduta dal sindaco di Maniago, Andrea Carli. Per farsi avanti c’è tempo sino al 22 settembre.«La procedura è rivolta a lavoratori titolari di trattamenti previdenziali, tra i quali integrazione salariale straordinaria, mobilità e disoccupazione speciale – fa sapere il vertice dell’Uti -. I lavori socialmente utili sono disciplinati dal decreto legislativo 468 del 1997 e si riferiscono a tutte quelle attività che la pubblica amministrazione pone in essere per il miglioramento della qualità della vita, dell’ambiente, degli spazi urbani e del territorio, nonché per migliorare la qualità di prestazioni e servizi offerti».Quali figure si cercano? «Per i Comuni che fanno parte dell’Uti, si cercano 16 lavoratori da inserire in progetti di supporto all’attività amministrativa e di segreteria e 17 in programmi di manutenzione del patrimonio mobiliare e immobiliare dell’ente e delle aree verdi – riferisce Carli -. Per gli uffici dell’Unione, si cercano 20 lavoratori per attività di tipo amministrativo: segreteria, predisposizione di atti amministrativi, riordino pratiche e archiviazione atti, aggiornamento banche dati, gestione progettualità e programmi informatici in uso nell’ente, elaborazioni statistiche, attività di sportello, servizio di informazione e assistenza nei servizi al cittadino». Continua a leggere

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Lavori socialmente utili, 53 posti in 22 Comuni dell’UTI delle Valli e Dolomiti Friulane

Mostra “devozione popolare” a cura dell’Associazione INTORN AL LARIN – apertura straordinaria

Apertura straordinaria della mostra DEVOZIONE POPOLARE organizzata dall’Associazione INTORN AL LARIN in occasione della manifestazione UNA MONTAGNA DI GUSTI domenica 17.9.2017 – verrà proiettato il video della processione dell’Assunta 2017

Foto inaugurazione 6 agosto 2017

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Mostra “devozione popolare” a cura dell’Associazione INTORN AL LARIN – apertura straordinaria

Bando per Lavori Socialmente Utili (LSU) 2017 UTI VALLI E DOLOMITI FRIULANE

Sono pubblicati i bandi per progetti di LAVORI SOCIALMENTE UTILI PER LAVORATORI BENEFICIARI DI TRATTAMENTI PREVIDENZIALI (ART.7 Decreto legislativo n. 468 del 01 dicembre 1997). I bandi riguardano i seguenti progetti .

– Supporto all’attività amministrativa presso i Comuni dell’UTI delle Valli e delle Dolomiti Friulane  – Supporto all’attività manutentiva presso i Comuni dell’UTI delle Valli e delle Dolomiti Friulane  – Supporto all’attività amministrativa presso il Parco Naturale delle Dolomiti Friulane – Supporto all’attività di pulizia locali presso il Parco Naturale delle Dolomiti Friulane – Supporto all’attività amministrativa presso l’UTI delle Valli e delle Dolomiti Friulane. I lavoratori interessati al progetto, con i requisiti richiesti, dovranno dare la loro adesione presso i Centri per L’Impiego della Provincia di Pordenone
Dal 04 AL 22 SETTEMBRE 2017 . TUTTE LE INFO  sul sito UTI VALLI E DOLOMITI FRIULANE

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Bando per Lavori Socialmente Utili (LSU) 2017 UTI VALLI E DOLOMITI FRIULANE

Duemila in attesa per una casa popolare

Lunghe liste a Pordenone e nei comuni più popolati. In montagna, invece, ci sono gli alloggi ma mancano gli inquilini. La necessità di case popolari, di case a canone commisurato al reddito di chi le abita, non si è esaurita. I nuovi bandi Ater, pubblicati da qualche giorno e che interessano diversi Comuni, daranno una fotografia aggiornata del bisogno abitativo a metà dicembre. Ma già oggi i dati in possesso dell’agenzia territoriale portano a dire al direttore generale, Angioletto Tubaro, che sono «più di duemila le richieste di accedere a una casa popolare».Ater, grazie ai 4,5 milioni di euro assegnati dalla Regione lo scorso dicembre, a cui si aggiungono 800 mila euro di risorse proprie dell’ente, riuscirà a costruire nei prossimi anni 50 nuove abitazioni in provincia. Queste, assieme a quelle che ogni anni si liberano per il naturale turnover delle famiglie, potranno dare una risposta, comunque parziale, alle esigenze delle popolazione. Le prossime abitazioni in costruzione sono a Zoppola (cinque), a Caneva (cinque), a Casarsa (sei), a San Quirino (sette), a Cimolais (una). Sono stati anche pubblicati tre bandi comprensoriali: uno per i Comuni di Aviano e Budoia, uno per l’ambito montano (Andreis, Barcis, Cimolais, Claut ed Erto e Casso) e uno per i Comuni di Azzano e Fiume Veneto. Le persone interessate – le domande vanno presentate entro il 13 dicembre – possono rivolgersi agli uffici Ater o i Comuni interessati. I moduli si trovano anche sul sito dell’azienda

Continua a leggere

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Duemila in attesa per una casa popolare

Focolai di rogna sarcoptica, camosci sotto osservazione

Resta alta l’attenzione all’interno del Parco naturale delle Dolomiti friulane dopo che nel vicino Bellunese proseguono i rinvenimenti di camosci morti per rogna sarcoptica. Si tratta di un acaro che ciclicamente decima le colonie di ungulati alpini, ma che rende sempre più resistenti i capi che sopravvivono.L’ente che ha sede a Cimolais non ha registrato situazioni di contagio, ma dal 2010 monitora costantemente lo stato di salute dei propri esemplari. I quali ovviamente non conoscono confini e sono a diretto contatto con quelli del limitrofo Parco nazionale delle Dolomiti bellunesi, dove invece il quadro è ben più grave. Dalla primavera a oggi sono stati infatti 10 i camosci morti per la rogna, mentre nel 2016 erano stati 16.I primi focolai tra Agordo, Alpago e Feltre risalgono al 2007.

Continua a leggere

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Focolai di rogna sarcoptica, camosci sotto osservazione

Sicurezza, diminuiti incidenti e violazioni sulla strada della Valcellina

È la dimostrazione che i deterrenti servono, soprattutto ora che la gente è più attenta e il carico delle multe risulta notevolmente diminuito». Il sindaco di Erto e Casso, Fernando Carrara, commenta il giro di vite che da qualche anno viene effettuato in Val Vajont e lungo tutte le strade di montagna del vicino Bellunese. Polizia stradale, carabinieri e vigili urbani stanno pattugliando in forze l’ex statale 251 della Valcellina-Val di Zoldo nell’ottica di una campagna di prevenzione degli incidenti. Due autovelox fissi hanno ridotto ulteriormente il numero di violazioni. Ci sono poi i posti mobili di controllo della velocità, ma anche della copertura assicurativa e delle revisioni dei veicoli. Risultato: da mesi, la 251 si sta rivelando una strada sicura, priva degli incidenti che per anni hanno riempito le pagine di cronaca nera.

Continua a leggere

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Sicurezza, diminuiti incidenti e violazioni sulla strada della Valcellina

La Cucinotta a malga Mela: «Un paesaggio mozzafiato»

Anche ai vip piacciono le valli e le montagne friulane: apprezzamenti da Maria Grazia Cucinotta in particolare per la zona di Erto e Casso, in Valcellina. L’attrice sta girando “L’arca di legno” e ha affidato a un post su Facebook le sue considerazioni sull’ambiente in cui è immersa da giorni. «Ancora sulle montagne a girare “L’arca di legno”:  a casera Mela, un posto che ti lascia senza fiato, dove la natura è talmente forte che ti senti piccola piccola», ha scritto sui social. Quindi, una serie di foto all’interno e all’esterno della malga e pure coi gestori. “L’arca di legno” è una nuova serie tv in 12 puntate che vede protagonisti, tra gli altri, anche lo scultore, alpinista e scrittore ertano Mauro Corona.

Continua a leggere

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su La Cucinotta a malga Mela: «Un paesaggio mozzafiato»

Briglia del lago ostruita dalla ghiaia Sos di Riccardi

Continua a far discutere, la segnalazione dell’ex sindaco e guida naturalistica Italo Filippin: la briglia che dovrebbe scaricare l’acqua del lago di Erto e Casso nel torrente Cimoliana è inghiaiata fin quasi all’orlo. Così che il capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale, Riccardo Riccardi, ha chiesto un interessamento urgente della governatrice Debora Serracchiani per risolvere un problema che pare decisamente complicato. Da anni, infatti, i fondali del bacino del Vajont si stanno intasando di pietrame. Nessuno però rimuove il materiale, complici anche gli alti costi dell’operazione a fronte di un mercato edilizio con prezzi in caduta libera. A questo punto, entra in gioco la sicurezza idraulica del sito, in quanto la galleria di by pass del Cimoliana serve a far defluire il cosiddetto “troppo pieno”: praticamente, un tappo da cui esce l’acqua in eccesso.

Continua a leggere

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Briglia del lago ostruita dalla ghiaia Sos di Riccardi

Briglia sul torrente Cimoliana ostruita dalla ghiaia Sos di Riccardi

Continua a far discutere, la segnalazione dell’ex sindaco e guida naturalistica Italo Filippin: la briglia che dovrebbe scaricare l’acqua del lago di Erto e Casso nel torrente Cimoliana è inghiaiata fin quasi all’orlo. Così che il capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale, Riccardo Riccardi, ha chiesto un interessamento urgente della governatrice Debora Serracchiani per risolvere un problema che pare decisamente complicato. Da anni, infatti, i fondali del bacino del Vajont si stanno intasando di pietrame. Nessuno però rimuove il materiale, complici anche gli alti costi dell’operazione a fronte di un mercato edilizio con prezzi in caduta libera. A questo punto, entra in gioco la sicurezza idraulica del sito, in quanto la galleria di by pass del Cimoliana serve a far defluire il cosiddetto “troppo pieno”: praticamente, un tappo da cui esce l’acqua in eccesso.

Continua a leggere

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Briglia sul torrente Cimoliana ostruita dalla ghiaia Sos di Riccardi

Mancano vigili, traffico ferragostano in tilt

Ferragosto con boom di turisti in Valcellina. E puntuali fioccano le polemiche sulla carenza di vigili che caratterizza ormai da mesi l’Uti del Maniaghese. Il giorno dell’Assunzione si è scatenato l’inferno, tra Barcis ed Erto e Casso, dove centinaia di veicoli hanno preso di mira parcheggi, cigli stradali, cortili privati e prati. Ci sono state situazioni di tensione a causa di intasamenti e mezzi bloccati da altre auto in sosta. Una pattuglia con due agenti dell’Unione ha cercato di fare l’impossibile, ma ovviamente si è trattato di un palliativo al caos. Tanto che ad un certo punto, complice anche il “tappo” di persone creatosi a Montereale per l’iniziativa Da curtì a curtì, si è formata una lunghissima fila da Claut alla pianura di Maniago.

Continua a leggere

Pubblicato in Categoria generale | Commenti disabilitati su Mancano vigili, traffico ferragostano in tilt